MATRIMONIO NULLO SE IL MARITO NON VOLEVA FIGLI GIA’ DURANTE IL FIDANZAMENTO

MATRIMONIO NULLO SE IL MARITO NON VOLEVA FIGLI GIA’ DURANTE IL FIDANZAMENTO

MATRIMONIO NULLO SE IL MARITO NON VOLEVA FIGLI GIA’ DURANTE IL FIDANZAMENTO

I Giudici hanno riconosciuto come valida per lo Stato Italiano una sentenza ecclesiastica di nullità del matrimonio, poiché per la moglie era facilmente conoscibile la volontà del marito, già nella fase del fidanzamento, di non volere fili, stante i “rapporti cautelati” già avuti prima delle nozze con la stessa.

La Corte di Cassazione ha ritenuto che, la sentenza ecclesiastica dichiarativa della nullità del matrimonio religioso per esclusione da parte di un coniuge di uno dei “bona” matrimoniali, quale quello relativo alla prole, e cioè per una ragione diversa da quelle di nullità previste per il matrimonio civile dal nostro ordinamento, non impedisce il riconoscimento dell’esecutività della sentenza ecclesiastica, quando quella esclusione, ancorché unilaterale, sia stata portata a conoscenza dell’altro coniuge prima della celebrazione del matrimonio, o, comunque, questi ne abbia preso atto, ovvero quando vi siano stati concreti elementi rivelatori di tale atteggiamento psichico non percepiti dall’altro coniuge solo per sua colpa grave (Cass. n. n.4517/2019 e Cass. n. 11226/2014).

Secondo i giudici «la donna conosceva, o, in ogni caso, avrebbe potuto conoscere con ordinaria diligenza, la volontà del coniuge», cioè la non volontà di avere figli, in considerazione di precisi indici che erano presenti già prima del matrimonio, ed in particolare ai «rapporti cautelati» (rilevanti in ambito di diritto ecclesiastico) avvenuti già prima del matrimonio.

No Comments

Post A Comment